Qr code come nuovo strumento di marketing per l´hotel

Qr code come nuovo strumento di marketing per l´hotel

Sono semplici da usare, economici da realizzare, sono divertenti e attirano l´attenzione. Già da un pò chi opera nell´ospitalità ha capito il valore marketing e le potenzialità di coinvolgimento che offre il "cubetto" misterioso, sempre più presente su brochure, su riviste e su altri materiali promozionali. E questo non accade solo all´estero.

I QR code (codici di risposta rapida), stanno diventando una vera e propria "moda", come dimostrano i tanti esempi offerti dall´hospitality internazionale.

Il Gruppo Intercontinental, ha inserito il QR code in tutte le pubblicità della promozione "Vacation Pay" lanciata a maggio, che regala 75 dollari per ogni soggiorno a un albergo della catena.

IHG sta pensando di utilizzare di nuovo i QR code per invitare gli utenti a partecipare ai profili sociali delle strutture. "In questo modo gli ospiti ci percepiscono come ´hip e cool´. Persone che non avrebbero mai scoperto il brand, l´hanno scovato grazie a questo."

Se il codice viene utilizzato all´interno della struttura, è consigliabile che i clienti vengano inviatati a visualizzare informazioni aggiuntive che potrebbero non conoscere: ad esempio, che avete un profilo su Foursquare o Gowalla e che possono fare check-in, oppure per dare notizie sulla destinazione.

Questo è quello che hanno fatto l´Hotel de Londres, il Signature Hotel in Arabia Saudita e Htel Serviced Apartments di Amsterdam, che hanno disseminato gli spazi delle strutture con codici che inviano al blog dell´hotel, dove si possono trovare informazioni su dove mangiare o fare shopping.

Quindi perché non tentare? L´importante è pianificare con attenzione dove inviare gli utenti a seconda del luogo dove il codice viene pubblicato:

  • Giornali, riviste, cartelloni pubblicitari, biglietti da visita, brochure: inviare al sito ufficiale, magari ad una apposita landing page in linea col messaggio pubblicitario.
  • Interni dell´Hotel: inviare a informazioni aggiuntive, come pagina degli eventi, profili social o blog.